Lista Civica La Piazza

Aderisci all'associazione: iscriviti e partecipa!

"La Piazza crede nell’impegno sociale e politico come servizio alla comunità, finalizzato al raggiungimento del bene della collettività. Rifiuta clientelismi e personalismi, si richiama al  senso di responsabilità, indispensabile per costruire un mondo più giusto e più equo. Ritiene che l’unica soluzione alla crisi della politica sia l’impegno attivo per il bene comune, l’ascolto dei bisogni dei cittadini e la ricerca di risposte efficaci e condivise."

Leggi lo Statuto

Ogni cittadino che abbia compiuto il sedicesimo anno di età può aderire all'Associazione. Con la sottoscrizione della domanda di adesione i soci accettano lo Statuto, si impegnano ad agire per realizzarlo e sottoscrivono il Regolamento impegnandosi a rispettarlo e farlo rispettare.

Scarica la domanda di ammissione a socio

La domanda, debitamente compilata e sottoscritta, può essere inoltrata via email ad adesione@listalapiazza.it o consegnata a mano ad uno dei Coordinatori.

L’Assemblea dei soci è l’organo decisionale sovrano dell’Associazione; ad essa spettano tutte le deliberazioni non espressamente delegate al Presidente o al Coordinamento dal presente Statuto o dal Regolamento.

Contatti: assemblea@listalapiazza.it

Ad oggi sono attive anche le seguenti assemblee circoscrizionali:

C2 - c2@listalapiazza.it

C4 - c4@listalapiazza.it

Nell’introduzione delle linee guida per il governo dei prossimi anni della Città di Torino, depositate il 19 Luglio dal nuovo sindaco Chiara Appendino, si legge che “Occorre infatti una nuova concezione della politica nella quale le componenti del servizio, della partecipazione e dell’ascolto siano i pilastri di un rinnovato edificio sociale”.

Non possiamo che essere d’accordo con tale affermazione, coerente con il principio della partecipazione che La Piazza ha da sempre indicato come la via da percorrere per riportare i cittadini alla politica.

Auspichiamo in particolare che gli anni a venire possano vedere, a tutti i livelli dell’amministrazione cittadina, significativi passi avanti nel ricorso a forme di vera democrazia partecipativa, da non confondersi con l’esercizio sistematico della democrazia diretta come unica possibile valida forma. Ci piace pensare ad una rinnovata e reale collaborazione tra i cittadini ed i loro rappresentanti, in un clima di reciproco ascolto; se questo sarà il percorso La Piazza non mancherà certamente di portare il proprio contributo.



acqua5dicIl Comitato Acqua Pubblica Torino invita tutti i cittadini a

Piovono le note per l'acqua

sabato 5 dicembre 2015 dalle 19.30 in poi

Sala Operti, c/o Parrocchia Gesù Redentore, p.zza Giovanni XXIII, 26 Torino (Mirafiori Nord)

Serata con
La cena da “piola” con le Incursioni Saporite
La chitarra di Paolo Garganese
I canti del Coro Merliner Ensemble

Sostenete con la Vostra presenza il movimento che continua caparbiamente a difendere l'acqua, oggi più che mai, dalle mani della speculazione. L'hanno detto 27.000.000 di italiani: L'ACQUA E' UN DIRITTO NON UNA MERCE.

Partecipazione: raccolta no-profit con offerta minima di 15€

E' gradita la prenotazione, telefonando (349 7228058) o mandando una mail a Nicla Scatizzi

...ma se quel giorno non potrete essere tra noi, aiutateci ugualmente a rafforzare e tenere aperti gli spazi di democrazia sostenendo la nostra voce.

www.acquapubblicatorino.org
acquapubblicatorino@gmail.org



La lista civica La Piazza accoglie con favore la proposta di Riforma che, come noto, prevede da un lato la riduzione del numero di Circoscrizioni da 10 a 6 (o più probabilmente a 7), e dall’altro l’aumento delle competenze del Consiglio circoscrizionale e soprattutto della Giunta, nonché varie semplificazioni nei processi decisionali.

Come già esplicitato in occasione del nostro voto contrario di luglio sull’Ordine del giorno 'restauratore' proposto dalla maggioranza in Consiglio di Circoscrizione, auspichiamo che la riforma non venga snaturata con l’effetto di ridurne la portata e l’efficacia.

Rimangono tuttavia almeno due punti importanti rispetto ai quali riteniamo che, al momento, non si sia potuto o voluto dare una risposta maggiormente efficace.

Il primo punto riguarda l’elezione del Presidente di Circoscrizione: chiediamo di fare un passo in avanti nel valutare un meccanismo elettivo che si traduca in un presidente di circoscrizione espressione del territorio e non più delle segreterie di partito. Sarebbe sufficiente sopprimere l’indicazione del presidente nella scheda elettorale lasciandone l’elezione all’autonomia del consiglio circoscrizionale o adottare il sistema in vigore per le elezioni del Consiglio Regionale. In questo senso abbiamo presentato in Consiglio C2 un emendamento alla delibera relativa all’espressione del parere sulla bozza di riforma.

Il secondo punto riguarda la partecipazione dei cittadini alla vita ed alle decisioni delle commissioni e del consiglio; pur consapevoli che non si possono riportare i cittadini alle commissioni “ex-lege” e pur apprezzando alcuni passaggi della Riforma che sembrano andare nella giusta direzione, pensiamo che si potrebbero/dovrebbero prevedere meccanismi e procedure che incentivino maggiormente la partecipazione dal basso, per esempio in relazione al bilancio partecipato.



L'esperienza de La Piazza nasce nel 2011 nel territorio  della Circoscrizione 2 di Torino, nel tentativo di riportare la politica a occuparsi dei cittadini e del bene comune. Da allora sono stati ottenuti risultati significativi, ma è nella dimensione cittadina che si prendono le decisioni più importanti ed è su tale piano che La Piazza intende trasferire la propria esperienza ed il proprio metodo di azione politica.

Poiché consideriamo vitale il confronto con le realtà “politiche” ed i singoli cittadini del territorio, La Piazza propone una serie di tavoli tematici allargati a cittadini ed associazioni interessati a confrontarsi su alcuni temi fondamentali ed a partecipare alla costruzione di un programma condiviso per la città.

Ci vediamo

 

GIOVEDI 23 APRILE ore 21,00

Sala dei Centomila (c.so Orbassano 192/a, Torino)

 

DI QUALI “GRANDI OPERE” HA BISOGNO TORINO?

Urbanistica, ambiente e politiche della mobilità

 

Prima del tavolo tematico saranno presentate le “Linee Guida - Manifesto per un’esperienza politica partecipata”.

Sono invitati tutti i cittadini interessati.



FaceBook icon  social youtube  twitter logo  email

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per ricevere la newsletter. Ricordati di accettare i Termini e le condizioni di utilizzo. Grazie!