Lista Civica La Piazza

Elezioni regionali 2019La Piazza non è candidata né partecipa, direttamente o indirettamente, alla campagna elettorale per le elezioni regionali del 26 maggio; riteniamo tuttavia doveroso nei confronti dei nostri sostenitori condividere con loro e con tutti i cittadini interessati alcune riflessioni ed indicazioni in vista di questo importantissimo appuntamento elettorale.


Innanzi tutto una riflessione di carattere generale: questo appuntamento elettorale cade in un momento storico caratterizzato dal rinascere e dal crescere, tanto in Europa quanto in Italia, di movimenti e pulsioni nazionalisti, razzisti ed antidemocratici che non possono non ricordare le ideologie fasciste e naziste che hanno precipitato l’Europa nel baratro della seconda guerra mondiale. È nostro convincimento che questa tendenza vada combattuta con fermezza e con convinzione da tutti i cittadini che credono nella libertà e nell’uguaglianza di tutti gli uomini e le donne; per chi crede nella democrazia il voto è lo strumento cardine per esprimere la propria posizione.
Riteniamo quindi che andare a votare sia, in questo momento, un DOVERE ancor prima che un diritto ed invitiamo tutti i cittadini ad esercitarlo il prossimo 26 maggio.

La natura strettamente maggioritaria della legge elettorale regionale (il candidato che prende 1 voto in più diventa Presidente e le liste a lei/lui collegate hanno la maggioranza in consiglio) contribuisce a semplificare di molto il panorama delle candidature.
Sono infatti solo 4 i candidati presidenti per questa tornata elettorale:
- Giorgio Bertola (Movimento 5 Stelle)
- Valtero Boero (Popolo della Famiglia)
- Sergio Chiamparino (Partito Democratico, Liberi Uguali Verdi, Moderati per Chiamparino, Italia in Comune, Chiamparino per il Piemonte del Sì, Democrazia Solidale, +Europa Sì Tav)
- Alberto Cirio (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, UdC, Sì Tav Sì lavoro per il Piemonte nel cuore)

Secondo tutti gli analisti più accreditati gli unici candidati che hanno reali possibilità di diventare il prossimo Presidente sono Sergio Chiamparino (centro-sinistra) e Alberto Cirio (centro-destra).
La Piazza ritiene nefasta la possibilità che anche il Piemonte sia governato da un’alleanza palesemente condizionata dal suo partito al momento più forte, cioè la Lega, sostenitrice di politiche ispirate a preoccupanti valori populistici, antisolidaristici ed antidemocratici.
Per contro, pur con tutte le legittime critiche che possono essere sollevate nei confronti di chi ha governato la nostra regione negli ultimi 5 anni, riteniamo che nella coalizione di forze politiche che sostengono la candidatura di Sergio Chiamparino siano convintamente rappresentati – anche alla luce di ciò che stiamo osservando a livello nazionale - i valori in cui La Piazza si riconosce: dignità della persona, solidarietà verso gli ultimi, antifascismo, antirazzismo e rispetto dell’equilibrio ambientale.
Va inoltre riconosciuto a Sergio Chiamparino il merito di essere riuscito, per una volta, a radunare intorno al proprio nome gran parte delle forze politiche storicamente accomunate da questi valori.
Per questi motivi La Piazza sostiene la candidatura di Sergio Chiamparino a Presidente della regione Piemonte.




FaceBook icon  social youtube  twitter logo  email

Newsletter

Per ricevere la nostra newsletter ti preghiamo di fare clic qui