Lista Civica La Piazza

Nel consiglio di giovedì 29/09/2016 sono stati finalmente approvati i criteri con i quali procedere all’assegnazione degli spazi sportivi.

A causa dell’incapacità della maggioranza di mantenere il numero legale, la delibera di approvazione era già saltata in precedenza e le assegnazioni degli spazi sono finite nel totale caos.

Già la giunta uscente della Circoscrizione 2 si era distinta per una scarsa attenzione allo sport di quartiere ma la nuova riesce a fare addirittura di peggio. Non è stata ancora convocata la commissione per le assegnazioni degli spazi sportivi, che dovevano entrare in vigore come di consueto nella prima settimana di ottobre, e non ha avuto luogo la conseguente delibera.

I criteri sono rimasti in sospeso fino a giovedì scorso e c’è da chiedersi come abbia operato l’ufficio sport per preparare la bozza delle assegnazioni... Questi ritardi ingiustificati rendono impossibile la regolare pianificazione delle attività delle associazioni che si ripercuote, inevitabilmente, sulla qualità dell’offerta sportiva del territorio e in un forte disagio che colpisce in particolar modo i giovani e le loro famiglie.

Il capogruppo PD, evidentemente atterrato giovedì direttamente da Marte, ha pensato bene anche di palesare la sua ‘approfondita’ conoscenza sull’argomento dicendo tranquillamente in aula, durante la discussione, che ‘è inutile discutere sui criteri tanto ci sono spazi palestra per tutti’, provocando la conseguente ilarità dei cittadini-terrestri presenti in sala.

Ci si è messa una pezza d’urgenza con un provvedimento provvisorio: per le prossime due settimane le associazioni utilizzeranno gli spazi secondo gli orari delle assegnazioni dello scorso anno. Teoricamente, dal 17 ottobre dovranno invece entrare in vigore le nuove assegnazioni, da istruire (e approvare) nel frattempo. Una domanda sorge spontanea: ora che i criteri sono stati approvati, se ne terrà conto nel predisporre la proposta o la maggioranza proporrà la solita ‘fotocopia’ delle assegnazioni degli anni precedenti, in barba alle decisioni assunte?

Non è cosa da poco, perché i criteri inizialmente proposti (che sostanzialmente blindavano lo status quo) sono stati modificati in aula, grazie al fattivo contributo della minoranza (Franco Protano della Lista Civica La Piazza in primis).

La modalità della ‘fotocopia’ sarà possibile solo per gli spazi precedentemente assegnati alle associazioni del territorio (e quindi non per tutti gli spazi).

Gli spazi rimanenti, dovrebbero essere assegnati (o riassegnati) secondo criteri che tengono conto del radicamento dell’associazione nel quartiere e di altri aspetti qualitativi introdotti su proposta della minoranza.

Ci sono quindi gli strumenti, finalmente, per entrare nel merito e, non essendo più vincolati alla sola storicità di utilizzo, si possono smuovere antichi equilibri a favore di realtà emergenti e/o di chi, promuovendo attività educative, non selettive e commerciali, consente una maggiore ricaduta sul territorio.

Si tratta di un risultato positivo ma che richiederà un costante monitoraggio perché dalla carta si passi effettivamente alla pratica. La Piazza lo farà in aula ma sarà utile che gli addetti ai lavori (le associazioni sportive) tengano occhi e orecchie aperti.

Infine, per evitare che il prossimo anno si ricada nella stessa impasse, la piazza ha presentato un’interpellanza per chiedere che sia assunto l’impegno che dalla stagione sportiva 2017/18 le assegnazioni degli spazi siano portate a termine entro il mese di Luglio. Ovvero in tempo utile perché le attività possano essere programmate senza affanni.




FaceBook icon  social youtube  twitter logo  email

Newsletter

Per ricevere la nostra newsletter ti preghiamo di fare clic qui