Lista Civica La Piazza

Gruppi tematici

La Piazza crede nell’impegno sociale e politico come servizio alla comunità, finalizzato al raggiungimento del bene della collettività. Rifiuta clientelismi e personalismi, si richiama al  senso di responsabilità, indispensabile per costruire un mondo più giusto e più equo. Ritiene che l’unica soluzione alla crisi della politica sia l’impegno attivo per il bene comune, l’ascolto dei bisogni dei cittadini e la ricerca di risposte efficaci e condivise.

Leggi lo Statuto

Ogni cittadino che abbia compiuto il sedicesimo anno di età può aderire all'Associazione. Con la sottoscrizione della domanda di adesione i soci accettano lo Statuto, si impegnano ad agire per realizzarlo e sottoscrivono il Regolamento impegnandosi a rispettarlo e farlo rispettare.

Scarica la domanda di ammissione a socio

La domanda, debitamente compilata e sottoscritta, può essere inoltrata via email ad adesione@listalapiazza.it o consegnata a mano ad uno dei Coordinatori.

Sostieni la Piazza versando la quota annuale di adesione o un contributo libero.

La quota annuale di adesione all'associazione è di 10€.

Il versamento può essere effettuato in contanti a mani del tesoriere o di uno dei coordinatori oppure a mezzo bonifico bancario sul conto dell’associazione

IBAN   IT 43 I 03599 01899 050188538032

 

Apprendiamo che è stata convocata per oggi, giovedi 11 settembre, dalla C2 una riunione della Consulta interscolastica della Circoscrizione 2.
La Consulta è stata istituita il 17 marzo 2008, con delibera del Consiglio di Circoscrizione 01478/085, con lo scopo di supportare la Circoscrizione nelle scelte in materia di scuola. Vi partecipano i dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado del territorio (o un insegnante delegato) e i presidenti dei rispettivi consigli di circolo o istituto.
L'ultimo incontro della Consulta risaliva al giugno 2011. Ora, finalmente, torna a riunirsi, grazie anche alle ripetute sollecitazioni della Piazza:
- interpellanza del 28/5/2012, discussa l’8/10/2012;
- interpellanza del 29/5/2014... in discussione il 17 settembre 2014: che tempismo!
Un primo importante passo di una strada ancora tutta da percorrere.



Gerbido inceneritore

La discussione dell’interpellanza sull’informazione alla cittadinanza sul (mal) funzionamento dell’inceneritore del Gerbido è stata occasione per sollecitare ancora una volta Presidente e Coordinatore a rispettare gli impegni assunti. Nell’aprile 2012 infatti il Consiglio, su iniziativa piazzina, aveva impegnato la giunta a partecipare alle riunioni del Comitato Locale di Controllo, a relazionare in commissione e a raccogliere le istanze dei cittadini.

 

Purtroppo nulla di ciò è successo a distanza di 2 anni.

Ma come sappiamo, assai è invece successo al Gerbido, dove le promesse non mantenute sono molte.

TRM è ora all’80% privata e fino ad ora è stata piuttosto reticente nel comunicare alla stampa e alla cittadinanza, con chiarezza, la situazione dell’impianto e dei fumi emessi. Lo spostamento della Servizi Industriali non si vede ancora all’orizzonte, così come nella nebbia sono finite le compensazioni ambientali e la sorveglianza sanitaria. Condizioni senza le quali l’inceneritore non doveva entrare in funzione.
In tutto questo la Circoscrizione 2 che fa? Interessa la salute dei cittadini? Sembrerebbe di no. Altrimenti non si spiegherebbe il silenzio di questi mesi.
Barla, in Consiglio, ha rivendicato il ruolo della Circoscrizione nel processo di controllo e gestione dell’inceneritore, per una volta incontrando apparentemente la condivisione di diversi consiglieri.

Ma il Presidente (Punzurudu, IdV), che continua a lamentarsi di non potersi sedere al tavolo del CLC (i maligni dicono una buona scusa per non partecipare), e il Coordinatore (Mastrogiacomo, PD), che ancora sembra non aver chiaro il problema, sembrano sordi.

E’ stato ricordato ad entrambi che è giunto il momento di attivarsi, in linea con l’Assessore comunale, e andare oltre richiedendo una partecipazione diretta. Non saremmo soli in questa azione: il Comune di Rivalta (ma non solo) chiede a gran voce, e da tempo, che si metta mano alla revisione del regolamento del CLC. Revisione che sembra essere ormai improrogabile, a leggere le dichiarazioni della Presidente del CLC, e che potrebbe portare ad aprire anche a comitati di cittadini.

E’ quindi il momento per chiedere una rappresentanza della Circoscrizione in tale sede, che non passi dall’assessore comunale. La richiesta in tal senso è stata chiara, e gli interventi in Consiglio l’hanno ribadita.

Se la C2 non chiederà di entrare nel CLC, lo farà la Piazza.



 

cortileNella seduta della Commissione Ambiente del Comune, tenutasi il 19 febbraio scorso, l’Assessore Lavolta ha dato notizia della riqualificazione dei cortili di alcune scuole del quartiere: le primarie Sclarandi, Gobetti, Mazzarello, Sinigaglia, Chiovini e Vidari e la scuola dell’infanzia statale di via D’Arborea.

Dopo mesi di mobilitazione de La Piazza, bene ha fatto l’amministrazione a destinare i soldi originariamente destinati al Parco tematico Ambientale ad altro di più utile.

Purtroppo anche in questa circostanza la scelta è avvenuta senza il coinvolgimento diretto della cittadinanza: apprendiamo infatti che “la Circoscrizione 2” ha deciso su quali scuole intervenire, ma non è dato sapere quali criteri siano stati adottati per la scelta nè ci risulta siano stati fatti consigli o commissioni in Circoscrizione sull’argomento, nonostante ne avessimo fatto richiesta esplicita durante la discussione della nostra ultima interpellanza proprio per evitare nuove decisioni calate dall'alto.



Read more: Ok riqualificare i cortili scolastici, ma che siano compensazioni ambientali!

Condividiamo la posizione del Coogen sui tagli al personale ata delle scuole.

 

Meno pulizia e Meno sorveglianza nelle nostre Scuole!
Anche questo nuovo anno è iniziato con i consueti tagli. Si succedono i governi, si succedono i ministri ma a rimetterci è sempre la scuola.
Stavolta la politica dei tagli è iniziata con la sottrazione di 75 milioni di euro del budget destinato annualmente ai servizi di pulizia delle scuole affidati a cooperative, un provvedimento che fa parte del decreto del “fare”. Nel 2015 la decurtazione sarà di altri 49,8mln. Lo scopo dichiarato di questo taglio disastroso è garantire le assunzioni nelle università e negli enti di ricerca. Pur essendo ovviamente convinti che l’Università e gli enti di ricerca abbiano estremamente bisogno di risorse non è accettabile che a farne le spese sia ancora una volta la scuola che ha già cosi tanto pagato negli ultimi anni.
Il risultato sarà che anche le spese di pulizia andranno ancora una volta a ricadere sulle scuole stesse che dovranno trovare i finanziamenti per pagare le cooperative visto che non sono previste assunzioni di personale ATA, già molto scarso. Ma dove si troveranno le risorse?



Read more: Meno pulizia e meno sorveglianza nelle nostre Scuole

 

Negli scorsi mesi il tavolo sul volontariato de La Piazza, ha raccolto l'interesse di diverse realtà di volontariato che operano in Circoscrizione 2.

Il confronto è stato ricco, tanta la voglia di scambiare opinioni e cercare soluzioni alle criticità sovente condivise.

Il principale bisogno emerso è la realizzazione di una reale rete tra associazioni.

Reale e duratura, non costruita all'occorrenza per rispondere ai bandi.

Rete per la creazione di spazi di confronto, dove dalla conoscenza reciproca si possa concretizzare qualche forma di collaborazione.  

La Piazza volendo supportare le associazioni in questo loro obiettivo, ha presentato una mozione in Consiglio di Circoscrizione, per realizzare il primo passo necessario per la creazione di una rete visibile sul territorio: la creazione di una pagina web sul sito istituzionale della Circoscrizione, in cui le Associazioni possano presentare le proprie attività ed iniziative ed eventualmente postare avvisi sulla ricerca di volontari.

Dopo ampia discussione, la mozione è stata approvata (anche se non all'unanimità).

Un risultato conseguito grazie a La Piazza, ma soprattutto alle associazioni che ci hanno aiutato a comprendere quali sono le priorità sulle quali lavorare.

Un risultato che può sembrare piccolo, ma è sicuramente importante per la realizzazione di una rete di associazioni visibile ai cittadini.

Rete che cercheremo di realizzare insieme a tutte le associazioni che vorranno, nei prossimi incontri del Tavolo sul Volontariato.



FaceBook icon  social youtube  twitter logo  email

Newsletter

Per ricevere la nostra newsletter ti preghiamo di fare clic qui