Lista Civica La Piazza

pista ciclabile1Lunedi 17 marzo alle ore 18,00 alla Cascina Giaione riunione congiunta di II e VI Commissione per discutere di Biciplan e piste ciclabili.

 

Si tratta di un tema (finalmente, dopo 2 anni e mezzo!) "di quartiere", su cui la C2 avrebbe la possibilità di agire se solo avesse idee e volontà politica. 

 

Riportiamo alcuni punti del nostro programma che riguardavano le piste ciclabili. Per quanto riguarda il bike sharing, dovrebbe essere in dirittura di arrivo anche in C2 (in tempi non geologici ma non comunque immediati). Il punto 3.3b e c e il 3.6c del nostro programma potrebbero essere realizzati con impegni finanziari modesti, magari attingendo ai fondi per le compensazioni ambientali dell'inceneritore (i famosi 150.000 € residui del PTA che siamo riusciti a dirottare verso interventi più utili).

 

Dal programma elettorale della Piazza

 

3.3 – Piste ciclabili

Situazione:



Read more: BICIPLAN E PISTE CICLABILI: SITUAZIONE IN C. 2

 

bostonMartedì 4 febbraio si è svolta l’assemblea pubblica con tema il parcheggio pertinenziale di via Boston.

Sono emerse tutte le criticità relative a questo progetto. Innanzi tutto il luogo scelto: tra una scuola materna, una scuola elementare e la Chiesa del Natale del Signore.

Poi la scomparsa del 50% dei parcheggi a raso; l’analisi dei flussi del traffico che non è stata effettuata.

Gli errori di progettazione: la rampa di entrata/uscita del parcheggio è posta a fianco di tre portoni carrai, chi esce dal parcheggio deve percorrere un tratto contromano.

Inoltre il bando prevedeva che entro il 31 ottobre 2013 almeno il 40% dei box dovesse essere prenotato, pena la decadenza del progetto.

E' stata rispettata questa specifica? Nessuna risposta.

Le delibere della circoscrizione relative al ripristino della situazione preesistente sono lettera morta.

L’assessore alla viabilità ed ai trasporti del Comune di Torino, Claudio Lubatti, ha confermato i dubbi ed ha concesso novanta giorni alla società che ha in mano l’appalto per un nuovo progetto. Sarebbe il quarto.

Il primo era stato realizzato da un’altra società, poi ritiratasi nel corso del tempo. L’attuale ne ha presentati due: il secondo aveva semplicemente incrementato il numero dei parcheggi a raso.

E’ evidente che le analisi dovevano essere preventive, non fatte quando ormai i buoi erano scappati.

E forse il Comune sarebbe giunto alle stesse conclusioni dei comitati.



 

 

ASSEMBLEA PUBBLICA

Martedi 4 Febbraio alle 20,45 presso la parrocchia Natale del Signore di via Boston.

Interverranno il Sindaco di Torino, Piero Fassino, e l'Assessore ai Trasporti, viabilità e infrastrutture, Claudio Lubatti.

 

Continua la battaglia intorno al progetto del parcheggio pertinenziale in Via Boston. La maggioranza ha finora dimostrato di voler portare avanti il progetto fortemente voluto nel 2008 dalla precedente giunta, peccato che:
- non si capisce con che criterio sia stata scelta la localizzazione. La domanda di parcheggi in fascia notturna per i residenti (e quindi di box pertinenziali) è inconsistente e gli stessi studi compiuti dal Comune lo dimostrano. La perdita di parcheggi a raso andrebbe anzi a ridurre l’offerta di parcheggi per la sosta diurna con danno soprattutto per i commercianti, e numerosi sono i box auto in zona che già ad oggi non riescono a essere venuti e/o affittati
- il progetto presenta una serie di aspetti non conformi alle indicazioni dello stesso bando.

 

Insomma, un bell’esempio di come, tanto per cambiare, le scelte vengano prese senza avere un quadro complessivo dei problemi: quale mobilità vogliamo in C2 e a S.Rita? Che cosa ci aspettiamo dalle sistemazioni superficiali? Sono stati considerati gli impatti sociali dell’opera sul quartiere?
 
Per questi motivi La Piazza ha deciso, facendo seguito all’interpellanza già presentata a Novembre 2013, di appoggiare la petizione presentata dal comitato Via Boston.
La petizione sarà discussa con il Sindaco e l’Assessore alla Viabilità il 4 Febbraio alle 20.45 presso la parrocchia Natale del Signore.



 

20131124 101524Magari. Invece costerà molto di più parcheggiare in via Boston al termine della realizzazione del parcheggio pertinenziale voluto dalla legislatura circoscrizionale precedente e mai rinnegato dalla giunta attuale. I parcheggi GRATIS in superficie si ridurranno a una quarantina (dagli oltre 140 di oggi) ma si potrà acquistare un box da 18000 € (sempre che restino gli incentivi negli anni). Si tratta infatti della realizzazione di 3 piani di box pertinenziali privati, a discapito di posti pubblici a rotazione in superficie. Una risposta al problema parcheggi in zona? Non sembra proprio.
Il 26 novembre si è svolta una riunione della II commissione circoscrizionale dalla quale, grazie agli interventi dei cittadini che hanno (finalmente) affollato la sala, sono emerse numerose criticità sul progetto.
In primis il fatto che nel progettare la nuova viabilità sulla via Boston non si è tenuto conto che il parcheggio sorge in una zona con molte utenze: la scuola materna “Violeta Parra”, la scuola elementare “Carlo Casalegno” e la Chiesa del Santo Natale. La riduzione della sosta in superficie rende assai più difficoltosa la fermata delle auto per carico/scarico bambini in prossimità delle scuole materna ed elementare, nonché l’accesso al luogo di culto (si pensi anche solo al movimento in occasione di matrimoni e funerali).
Quello che appare proprio poco accettabile è che il progetto del parcheggio non si inserisca in un piano generale di mobilità della zona che consenta di dare una risposta alle questioni sopra evidenziate.



Read more: ZONA BLU IN VIA BOSTON?

Visualizza le aree pedonali proposte dai cittadini che stanno rispondendo al sondaggio della Piazza sulla mappa della Circoscrizione 2 a questo link.

Eventualmente aggiungi anche la tua qui.

 

volantino



FaceBook icon  social youtube  twitter logo  email

La Piazza su Facebook

La Piazza su Twitter

Newsletter

Per ricevere la nostra newsletter ti preghiamo di fare clic qui