Lista Civica La Piazza

Aderisci all'associazione: iscriviti e partecipa!

"La Piazza crede nell’impegno sociale e politico come servizio alla comunità, finalizzato al raggiungimento del bene della collettività. Rifiuta clientelismi e personalismi, si richiama al  senso di responsabilità, indispensabile per costruire un mondo più giusto e più equo. Ritiene che l’unica soluzione alla crisi della politica sia l’impegno attivo per il bene comune, l’ascolto dei bisogni dei cittadini e la ricerca di risposte efficaci e condivise."

Leggi lo Statuto

Ogni cittadino che abbia compiuto il sedicesimo anno di età può aderire all'Associazione. Con la sottoscrizione della domanda di adesione i soci accettano lo Statuto, si impegnano ad agire per realizzarlo e sottoscrivono il Regolamento impegnandosi a rispettarlo e farlo rispettare.

Scarica la domanda di ammissione a socio

La domanda, debitamente compilata e sottoscritta, può essere inoltrata via email ad adesione@listalapiazza.it o consegnata a mano ad uno dei Coordinatori.

L’Assemblea dei soci è l’organo decisionale sovrano dell’Associazione; ad essa spettano tutte le deliberazioni non espressamente delegate al Presidente o al Coordinamento dal presente Statuto o dal Regolamento.

Contatti: assemblea@listalapiazza.it

Ad oggi sono attive anche le seguenti assemblee circoscrizionali:

C2 - c2@listalapiazza.it

C4 - c4@listalapiazza.it

arcipelago

La Piazza ha deciso di chiedere alla Circoscrizione chiarimenti riguardo la concessione dei locali per le attività proposte dalle associazioni, poichè quest'anno le modalità sono cambiate e sono state in taluni casi penalizzanti, soprattutto per le piccole associazioni senza scopo di lucro.

In particolare, per quanto riguarda alcuni locali, tra cui le due Isole piccole dell’Arcipelago di Via Chevalley 5, il canone risulta aumentato del 30%, passando da un costo di 12 € all’ora, a 17,60 € all’ora. Nello stesso Arcipelago da quest’anno non è più prevista la presenza del custode con conseguente gestione diretta delle chiavi da parte dei fruitori e responsabilità degli stessi per eventuali danni dei locali. Inoltre viene richiesta l'applicazione di varie norme sulla sicurezza, tra cui antincendio, antifumo, la dotazione da parte di ogni associazione di una cassetta del Pronto Soccorso, ecc.

Unico interlocutore di tutto questo è stata la Commissione 1^ - Patrimonio, non c'è stato coinvolgimento di cultura, tempo libero, sport, integrazione ecc. Ovvero si è fondata ogni scelta solo su parametri economici- finanziari, senza considerare il contributo che le associazioni apportano al benessere in termini di salute, di aggregazione nel quartiere, di servizio.

Inoltre le modifiche ai termini del contratto di assegnazione dei locali sono state comunicate a pochi giorni dall’inizio dell’attività annuale mettendo in difficoltà le associazioni, che si sono trovate di fronte a un aumento di canone e contestualmente a una riduzione del servizio.

In tal modo si rischia di sottoutilizzare l'Arcipelago, uno spazio "comune" del quartiere, dal momento che alcune associazioni hanno rinunciato a sottoscrivere la concessione alle nuove condizioni.

Invece di abolire servizi con tagli lineari, pensiamo sarebbe giusto cercare di creare percorsi che permettano l’ottimizzazione dei costi senza togliere opportunità ai cittadini e alle associazioni. Per questo abbiamo deciso di presentare un'interpellanza per manifestare il nostro dissenso su questo modo di gestire lo spazio comune e richiedere una maggiore attenzione alle esigenze della collettività.




FaceBook icon  social youtube  twitter logo  email

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per ricevere la newsletter. Ricordati di accettare i Termini e le condizioni di utilizzo. Grazie!